Come si diventa garden designer

Come progettare grandi giardini

Per quanto riguarda i requisiti da soddisfare se si vuole studiare paesaggistica, troviamo innanzitutto alcune competenze come il gusto per la natura, l’interesse per l’arte e la scienza, la creatività e la capacità di lavorare in gruppo.

Sebbene molti pensino che si possa studiare architettura del paesaggio solo a partire da uno specifico diploma di maturità, la verità è che è possibile studiare architettura del paesaggio a partire da qualsiasi tipo di diploma di maturità sperimentale.  Il diploma di maturità artistica o il diploma di maturità scientifico-tecnologica vi consentiranno di acquisire solide conoscenze di disegno tecnico, matematica e altre nozioni di base che vi serviranno per sviluppare i vostri studi sul paesaggio.  La maturità scientifico-tecnologica è una delle più scelte da tutti coloro che vogliono diventare architetti, ingegneri o paesaggisti.

Infine, sono sicuro che una delle cose che più vi preoccupa dello studio dell’architettura del paesaggio è dove potrete lavorare alla fine dei vostri studi.  In questo modo, dovreste sapere che potete lavorare come designer del paesaggio in aziende di decorazione, in aziende di architettura e in aziende di pianificazione urbana.

Muy interesante:  Tavolo da esterno di design

Giardini paesaggistici

L’esempio mostrato in questa fotografia illustra molto bene il concetto. Come terzo passo vi consigliamo di dare profondità al vostro giardino, cioè di creare l’illusione che lo spazio sia molto più grande di quanto non sia in realtà. Per ottenere questo risultato basta dipingere la parete di fondo con un colore brillante e accattivante. È quello che hanno fatto gli esperti incaricati di questo progetto, optando per il rosa fucsia.

Sembra ovvio, ma non lo è. Un giardino senza fiori è la cosa più triste che si possa vedere. Anche se non siete amanti delle piante, ci sono sempre specie che richiedono meno acqua e cure. Ma riempite il vostro giardino di vita, colore e diversità. Non ve ne pentirete.

Suggerimenti per il paesaggio

Vi piace stare a contatto con la natura e quando visitate un giardino botanico non vedete solo la bellezza dei fiori? Se volete formarvi in una delle professioni tradizionali con il futuro più promettente, vi raccontiamo tutto quello che dovete fare per diventare giardinieri professionisti.

Muy interesante:  Cosa serve per poter essere designati come dirigenti e preposti

Il giardinaggio va oltre lo sfalcio del prato, l’annaffiatura delle piante e la coltivazione dei fiori. È considerata l’arte e la pratica della coltivazione dei giardini. Ovvero la coltivazione di fiori, piante, alberi, ortaggi e ogni tipo di vegetazione in uno spazio aperto o chiuso. Il suo scopo può essere estetico, produttivo, alimentare o di piacere.

La storia del giardinaggio risale all’inizio delle civiltà, poiché l’uomo ha sempre sentito il bisogno di adattare gli spazi naturali per il proprio divertimento. Dalla Mesopotamia, agli Egizi, ai Romani, passando per il Rinascimento e il Barocco fino ai giorni nostri, il giardinaggio è una professione che si è evoluta, creando spazi meravigliosi e curando la salute e la crescita delle piante.

Corsi di giardinaggio

I confini tra i settori professionali sono diventati sempre più labili. Con il fiorire di nuovi titoli di lavoro, spesso giocati sulla magniloquenza delle definizioni o sulla suggestione di nuove etichette di tendenza, è ormai difficile identificare chiaramente i professionisti e le loro competenze.

Muy interesante:  Tavoli ristorante design

Come si può notare, la suddivisione delle competenze tra queste tre figure professionali è abbastanza chiara e riguarda essenzialmente questioni di scala. Naturalmente, nella pratica, molto dipende dalla reputazione del professionista, dalla sua competenza nei vari campi di applicazione e dall’efficacia della sua comunicazione aziendale. In effetti, un professionista con una presenza digitale chiara, trasparente e ben informata avrà più probabilità di acquisire nuovi clienti rispetto a quelli che esistono a malapena sui siti web IT.

Alcuni sono anche architetti del paesaggio, un livello di formazione più formale che generalmente richiede una laurea avanzata e spesso una licenza statale. Anche i giardinieri professionisti sono formati, in quanto possono acquisire un elevato livello di competenza attraverso lunghe ore di lavoro nel proprio giardino, oppure attraverso lo studio presso scuole di giardinaggio, studi seri in programmi di master o l’adesione a corsi speciali offerti da raggruppamenti di aziende di giardinaggio.