Come si sono evoluti i design dei case dei computer

Storia del cabinet del computer

Abbiamo spesso parlato di quanto sia importante al giorno d’oggi studiare il flusso d’aria ideale all’interno del case, in modo che tutti i componenti che emettono calore possano lavorare a un intervallo di temperatura adeguato, e qui il case rappresenta un punto chiave perché è in esso che possiamo installare le ventole per portare aria fresca dall’esterno ed espellere l’aria calda dall’interno.

In seguito alla “messa in mostra” del proprio case per PC, un aspetto che è stato notevolmente potenziato dall’era dei “LAN Party”, è arrivato anche il momento in cui gli appassionati non volevano solo mettere in mostra il proprio case per PC, ma anche il proprio hardware. Naturalmente, per soddisfare questa richiesta degli utenti, cominciarono ad arrivare custodie con finestre in plastica acrilica trasparente che consentivano di vedere parte dell’hardware montato all’interno della custodia.

Gradualmente e con il tempo, queste finestre di plastica sono diventate insufficienti per gli appassionati e allo stesso tempo i produttori hanno iniziato a rendersi conto che non era molto più costoso sostituire il lato in metallo e plastica con un lato interamente in vetro temperato molto resistente che permetteva letteralmente di vedere tutto l’interno del PC.

Muy interesante:  Come presentare un progetto di design ad un azienda

Tipi di armadi

L’utilizzo di strumenti come la suite Adobe (Photoshop, Illustrator, Premiere, ecc.) o altre applicazioni di grafica o modellazione 3D come Rhino, 3D Studio, Pixel Image, Gimp… richiede determinati requisiti da parte dell’hardware se si vuole lavorare in modo agile.

Proprio il disco rigido è un altro degli aspetti più importanti, in quanto la presenza di un disco allo stato solido o SSD al posto del tradizionale disco meccanico velocizza notevolmente il caricamento dei file.

Come per ogni altra cosa nel mondo dell’informatica, le specifiche hardware che sceglierete dipenderanno direttamente da due considerazioni iniziali: in primo luogo, le vostre esigenze e, in secondo luogo, il budget che avete a disposizione.

Non solo perché in questo momento le unità da 256 GB e 512 GB sono scese di prezzo in modo significativo, ma perché l’agilità con la quale si muovono le applicazioni è immensamente superiore a quella delle unità meccaniche, che pur consentendo una maggiore capacità a un costo inferiore, rallentano enormemente il lavoro, essendo in media circa 10 volte più lente di un’attuale unità SSD.

Muy interesante:  Carta parati design

Qual è il nome della scatola del computer

Il decennio si chiude con il portentoso ThinkPad 240, che riduce quasi della metà il telaio rispetto alla generazione precedente e sfoggia una batteria che, già allora, poteva durare un’intera giornata di battaglia.

Nel 2006 sono stati introdotti i ThinkPad X60 e X60s come parte di una nuova serie di dispositivi ultrasottili con nuove funzionalità grazie alla grafica Intel GMA 950. Il tablet X61 è stato un’evoluzione, anche se la qualità della batteria e dello stilo non ha avuto rivali sul mercato.

L’X300, soprannominato Kodachi, è considerato il nonno dell’attuale X1 Carbon, un prodigio di ingegneria in fibra di carbonio con un disco rigido a stato solido ai tempi di Windows XP. Anche lo schermo è cambiato, passando da DTT a LCD TN retroilluminato a LED. Il successo di questo portatile ha portato a una versione aggiornata, l’X300s, sottile meno di un pollice e con prestazioni spettacolari.

Nel 2018, i ThinkPad X1 Carbon e X1 Yoga – i primi ThinkPad basati su alluminio – sono diventati veri e propri multivendor, vincendo premi e diventando ancora una volta legati a dirigenti e professionisti IT. Sono ancora in produzione. Ad esempio, Lenovo ha presentato lo Yoga 5G questo 2020, il primo portatile al mondo con connettività 5G, che garantisce una latenza minima nella navigazione.

Muy interesante:  Come fare soldi con design

Parti interne di un armadio per computer

Alla domanda su quale sia il loro sistema operativo preferito, molti utenti di computer esitano principalmente tra Windows 7 e Windows 10, sebbene anche la versione XP riceva spesso recensioni molto positive nonostante sia ormai superata per ovvi motivi.

Quando si parla di questo aspetto, entra in gioco la soggettività. Tuttavia, è innegabile che alcuni fattori siano migliori in Windows 7. Il fatto è che non sempre si registrano sviluppi positivi quando vengono rilasciate nuove versioni dei sistemi operativi. In effetti, Windows 10 ha posto fine a una delle azioni più apprezzate dagli utenti. La possibilità di personalizzare liberamente il desktop del computer.

Windows 10 ha corso notevoli rischi quando si è trattato di essere più aggressivo in termini di marketing. Con l’introduzione di suggerimenti pubblicitari nell’interfaccia Start, comprensibilmente criticata da molti utenti. Al contrario, vanta una caratteristica che non è presente in Windows 7.