Sistema di sospensione Thesis

Una volta identificati tutti gli obiettivi dei veicoli, questi possono essere utilizzati per impostare gli obiettivi delle due sospensioni. Ad esempio, l’obiettivo del sottosterzo può essere suddiviso in due contributi da ciascuna estremità utilizzando l’analisi di Bundorf.

Una volta stabilita la geometria di base, non è necessario procedere alla stima dei carichi su ogni parte della sospensione e dell’avantreno. Questo può essere semplice come decidere quale sia il carico massimo probabile sulla superficie di contatto con il terreno e quindi disegnare un diagramma a corpo libero di ogni parte per analizzare le forze, o difficile come simulare il comportamento della sospensione su una strada irregolare e calcolare i carichi originati. Spesso si utilizzano carichi misurati su una sospensione simile: questo è il metodo più affidabile.

Sistema di sospensione pdf

Le sospensioni sono il sistema che collega il telaio del veicolo alle ruote. È responsabile di fornire una guida fluida e stabile assorbendo (per quanto possibile) le irregolarità della strada.  Esistono due tipi di sospensioni: rigide (o dipendenti) e indipendenti. In questo articolo vi illustriamo le loro differenze, i vantaggi e gli svantaggi, nonché i due tipi di sospensioni indipendenti più utilizzati.

Muy interesante:  Come mettere dei file in pepakura designer

Per capire perché le sospensioni indipendenti sono più vantaggiose, dobbiamo prima analizzare le sospensioni rigide. In questo tipo di sospensione, le ruote sono collegate da un asse rigido, in modo che quando una ruota si inclina, anche l’altra si inclina.  Questo tipo di sospensione è stato il primo ad esistere e, oggi, non è quasi più utilizzato, se non su alcuni veicoli 4×4 e autocarri pesanti. Il motivo è che è molto più resistente e offre una maggiore articolazione in questi veicoli.

Progetto di sospensione automobilistica

Come è noto, il sistema di sospensione del veicolo è costituito dall’insieme dei componenti meccanici che collegano la parte sospesa del veicolo con il suolo e il cui obiettivo primario è mantenere sempre il contatto tra la ruota del veicolo e il suolo.

Muy interesante:  Come fare un brief in design

Gli elementi elastici (balestre, molle, barre di torsione) della sospensione hanno il compito di immagazzinare l’energia generata dal movimento del veicolo a causa delle irregolarità del terreno. A tal fine, questi elementi si deformano (ad esempio, nel caso di una molla quando viene compressa), restituendo successivamente questa energia attraverso una forza d’azione che verrà utilizzata per cercare di mantenere la ruota sempre collegata alla superficie stradale, garantendo così una migliore aderenza tra il pneumatico e la strada, e quindi anche un migliore controllo dello sterzo o, nel caso di una ruota dell’asse motore, assicurando che la forza di trazione del veicolo non venga persa.

In questo caso particolare, una sospensione a balestra non è altro che un tipo di molla che consiste in un insieme di fogli o piastre flessibili di acciaio speciale, uniti tra loro per mezzo di morsetti, che consentono lo scorrimento tra i fogli quando vengono deformati dal peso che sostengono.

Muy interesante:  Salvaspazio scarpiera design

Funzionamento del sistema di sospensione

Una volta identificati tutti gli obiettivi dei veicoli, questi possono essere utilizzati per impostare gli obiettivi delle due sospensioni. Ad esempio, l’obiettivo del sottosterzo può essere suddiviso in due contributi da ciascuna estremità utilizzando l’analisi di Bundorf.

Una volta stabilita la geometria di base, non è necessario procedere alla stima dei carichi su ogni parte della sospensione e dell’avantreno. Questo può essere semplice come decidere quale sia il carico massimo probabile sulla superficie di contatto con il terreno e quindi disegnare un diagramma a corpo libero di ogni parte per analizzare le forze, o difficile come simulare il comportamento della sospensione su una strada irregolare e calcolare i carichi originati. Spesso si utilizzano carichi misurati su una sospensione simile: questo è il metodo più affidabile.